Non solo grandi opere

Il 26 giugno scorso, in occasione del passaggio ufficiale della prima nave, il Nuovo Canale di Panama ha attirato migliaia di turisti e curiosi. L’ampliamento, realizzato da un Consorzio di cui è parte Salini Impregilo, non raddoppierà solamente il giro d’affari annuale (da 2,5 a 5 miliardi di dollari), ma contribuirà a rafforzare l’immagine del Canale come un’opera simbolo, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo. Come Panama, altre grandi opere sono andate oltre il loro impatto infrastrutturale e sono divenute punti di attrazione culturali e turistici. È successo al Golden Gate di San Francisco che ogni anno, insieme al parco circostante, attira 13 milioni di visitatori; alla Moschea di Abu Dhabi, la terza più grande moschea al mondo realizzata nel 2007, e presto considerata uno dei monumenti più importanti degli Emirati; alla diga sulla Val di Lei, costruita dal 1957 tra l’Italia e la Svizzera a oltre 2.000 metri di altezza, e rimasta negli anni un paradiso per gli amanti della montagna. Stesso discorso, su numeri e longitudini differenti, ha riguardato lo Shinkansen, la rete di treni ad alta velocità che collega le principali città del Giappone. I suoi treni superveloci hanno consentito un risparmio annuale di almeno 400 milioni di ore e un guadagno di 500 miliardi di yen all’anno rispetto al tradizionale trasporto su gomma.
Come il Canale di Panama o la Moschea di Abu Dhabi, anche lo Shinkansen è oggi un simbolo del Paese che lo ospita, e offre un’immagine del progresso umano che ha fatto il giro del mondo.

 

canale di panama
la moschea delle meraviglie
una lingua azzurra tra le alpi
il ponte sospeso sulla storia
il treno proiettile
canale di panama
la moschea delle meraviglie
una lingua azzurra tra le alpi
il ponte sospeso sulla storia
il treno proiettile