I 10 grattacieli più alti del mondo: la classifica

Gli edifici a torre sono diventati simbolo di innovazione tecnologica e costruttiva

Nell’immaginario collettivo il grattacielo ha incarnato nel secolo scorso il mito del progresso e della ricerca di una nuova dimensione con lo sfruttamento dello spazio in verticale. Un nuovo simbolo di innovazione tecnologica e costruttiva che unisce l’estetica con l’ingegneria piu spinta.

La Cina sta diventando il paese dei record e lo fa anche vantando diversi grattacieli nella classifica di quelli più alti del mondo.

Comandano però ancora gli Emirati Arabi, con gli Stati Uniti che mantengono posizioni grazie anche al loro One World Trade Center, che ha preso il posto delle indimenticabili Torri Gemelle in seguito all’attentato terroristico dell’11 settembre 2001 avvenuto a New York.

I 10 grattacieli più alti del mondo

Il primo posto nella classifica dei grattacieli più alti del mondo se lo aggiudica Dubai con il Burj Khalifa, inaugurato il 4 gennaio 2010. 828 metri di altezza, 163 piani e 57 ascensori: sfarzo e design come elementi caratteristici. 344 mila metri quadri di superficie, 39 mila tonnellate di acciaio, per un costo totale di più di 2 miliardi di euro.

Secondo posto per la Cina, con la Shanghai Tower. Alta 632 metri, vanta 121 piani di originalità. Per la realizzazione di questo edificio è stata cruciale la cura di due aspetti: la ripartizione degli spazi e la forma. Le sue linee avvolgenti, infatti, simboleggiano la forza dinamica del Paese, in continua evoluzione.

L’Arabia Saudita si trova al terzo posto grazie all’Abraj Al Bait, situato a La Mecca. 601 metri di altezza e 95 piani fanno di questa imponente struttura uno degli edifici più rappresentativi del paese, la torre principale di un complesso architettonico formato da altri grattacieli di diverse altezze, posto nel cuore della città santa dell’Islam.

Al quarto posto, tra i grattacieli più alti del mondo troviamo ancora la Cina con il Ping An Finance Centre che si trova nella città di Shenzhen. Ben 599 metri di altezza e 115 piani per questo edificio, progettato dallo studio Kohn Pedersen Fox Associates e finanziato dalla Ping An Insurance.

Seul si aggiudica il quinto posto grazie alla Lotte World Tower, un edificio di design che ospita uffici, hotel e spazi residenziali. La torre, con i suoi 554 metri, è la più alta della Corea del Sud, anche questa progettata da Kohn Pedersen Fox Associates.

Nella lista dei grattacieli più alti del mondo non poteva mancare un edificio americano. Si piazza al sesto posto il One World Trade Center, anche noto come Freedom Tower. La costruzione dell’edificio, sorto sul sito delle più illustri e indimenticate Torri Gemelle, si è conclusa nel 2013. 541 metri di altezza che corrispondono a 1776 piedi: un numero di certo non casuale, ma significativo, dal momento che ricorda l’anno della Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti.

I 10 grattacieli più alti del mondo accolgono al settimo posto un’opera votata al rispetto della sostenibilità ambientale. Si tratta del Guangzhou International Finance Center, 530 metri di altezza che svettano a Canton, in Cina. Questo grattacielo, inaugurato nel 2016, è costato più di 1 miliardo di euro.

La Cina torna in classifica aggiudicandosi l’ottava posizione grazie alla Citic Tower, l’edificio più alto di Pechino, è stato recentemente completato ed è situato nel distretto finanziario della città. La torre, alta 528 metri, si ispira alla forma di un manufatto rituale cinese, noto come “zun” e per questo è anche detta e conosciuta come China Zun.

Svetta su Taiwan, come un gigantesco gambo di bambù, e si piazza al nono posto della nostra top 10: parliamo del Taipei 101. L’edificio più alto del Paese con i suoi 508 metri di altezza e le sue linee arzigogolate, è diventato una vera e propria attrazione turistica.

Chiude la classifica dei 10 grattacieli più alti del mondo lo Shanghai World Financial Center, alto 492 metri. Ci sono voluti 11 anni per completare la costruzione di questo moderno edificio che ospita uffici e negozi.