Australia: il New South Wales investe 93 miliardi sulle infrastrut-
ture

Lo stato chiede al governo federale di contribuire alla modernizzazione della rete infrastrutturale

New South Wales: nuovi investimenti infrastrutturali

È un investimento record quello che lo stato del New South Wales è deciso a mettere sul piatto per modernizzare la sua rete infrastrutturale, ma anche un importante precedente per tutti gli altri stati australiani, impegnati a sensibilizzare il governo federale in uno sforzo congiunto destinato a sostenere lo sviluppo economico.
Da 28 anni infatti il paese sta vivendo un lungo ciclo di crescita economica che non ha eguali al mondo, ma la sua capacità di prolungare questo trend viene oggi messa in dubbio da alcuni segnali ed emerge il bisogno di trovare nuovi stimoli.
Anche per questa ragione il New South Wales, lo stato con la popolazione più numerosa e l’economia più ricca del paese, ha annunciato l’intenzione di investire nelle infrastrutture 93 miliardi di dollari australiani (pari a 64 miliardi di dollari Usa) per i prossimi quattro anni.
Si parte dalle autostrade fino alle linee metropolitane passando per le linee ferroviarie leggere, opere che contribuiranno a creare lavoro e ricchezza. Sydney Metro, ad esempio, l’ambizioso progetto di una nuova rete metropolitana nella capitale dello stato, favorirà i movimenti tra la periferia e il centro cittadino evitando il congestionamento, ma anche riducendo in modo significativo l’inquinamento.
Il 3 luglio scorso il giornale “The Sydney Morning Herald” ha riportato la richiesta di maggiori investimenti federali sulle infrastrutture avanzata da Dominic Perrottet, ministro del Tesoro del New South Wales, nei confronti del primo ministro australiano, Scott Morrison. Un appello che è stato raccolto anche dalla Reserve Bank of Australia, la banca centrale del paese. Dopo aver annunciato un taglio sui tassi di interesse a un livello record dell’1%, il governatore ha dichiarato che il governo federale deve capire che la politica monetaria non basta da sola per ridurre la disoccupazione e aumentare i salari.
In questo senso l’importanza strategica degli investimenti nelle infrastrutture per l’economia di uno stato è confermata dal Fondo Monetario Internazionale. L’organismo calcola che investire l’1% del Pil su strade, ponti e altre infrastrutture garantisce una crescita per quattro anni dell’1,5%.
E proprio il ministro Perrottet è stato molto chiaro nel descrivere i benefici di questo genere di investimenti quando, nel maggio scorso, ha presentato il budget 2019-2020 dello stato.
«Sostenuti dal programma record dello stato, – si legge nel programma – gli investimenti nelle infrastrutture garantiranno una crescita annuale del Pil per i prossimi due anni pari a un mezzo punto percentuale, cinque volte maggiore rispetto alla media storica».
Nello stesso documento viene confermato il rischio reale di un rallentamento della crescita economica dello stato che, da qui al 2020, dovrebbe scendere al di sotto della media annuale del 2,25%.

 
Sydney Monorail
 

Come saranno divisi gli investimenti

Il 60% dei 93 miliardi di dollari australiani previsti dal piano del New South Wales sarà destinato alle infrastrutture di trasporto. Nello specifico 32,2 miliardi verranno stanziati per progetti di trasporto pubblico e 23,4 miliardi per le strade.
Tra i progetti messi in campo, Sydney Metro è sicuramente il più grande. Sydney Metro Northwest, la prima delle tre linee metropolitane leggere che costituiscono l’intero progetto, ha aperto a maggio. Il ponte e il viadotto dove corrono i treni è stato realizzato da Salini Impregilo.
La costruzione di Sydney Metro City & Southwest è invece tuttora in corso, con la realizzazione del tunnel sotterraneo che sarà completato nel 2020, e la chiusura dei lavori prevista per il 2024.
I lavori sulla terza linea, la Sydney Metro West, partiranno all’inizio del 2020 per un costo complessivo di 6,4 miliardi di dollari australiani. La linea collegherà il Central business district con il quartiere di Parramatta.
Andrew Constance, il ministro dei Trasporti dello stato, ha spiegato che la linea Sydney Metro West raddoppierà la capacità attuale di trasporto su ferro e ridurrà il tempo di percorrenza tra questi due estremi della città a soli 20 minuti.
Altri progetti previsti dal piano di investimenti sono il Parramatta Light Rail, il North South Metro Rail link e il Western Sydney Airport.
Per quanto riguarda il trasporto su strada, il progetto più significativo è quello della cosiddetta autostrada WestConnex, che collegherà la M4-M5 con Sydney per un investimento di 4,1 miliardi di dollari australiani.
Il caso del New South Wales è sicuramente il più significativo del paese in termini di valore investito, ma sono diversi i governi locali che stanno puntando sulle infrastrutture. Tra questi anche il South Australia che prevede di destinare 12 miliardi di dollari australiani per modernizzare la rete stradale e autostradale.

IL NEW SOUTH WALES E ALTRI STATI AUSTRALIANI CHIEDONO AL GOVERNO FEDERALE UN MAGGIORE IMPEGNO NEGLI INVESTIMENTI INFRASTRUTTURALI

PER CONTINUARE A CRESCERE L’ECONOMIA AUSTRALIANA HA BISOGNO DI INVESTIMENTI IN STRADE, METROPOLITANE E ALTRE INFRASTRUTTURE

IL NEW SOUTH WALES INVESTIRÀ 93 MILIARDI DI DOLLARI AUSTRALIANI NEI PROSSIMI QUATTRO ANNI PER LE INFRASTRUTTURE

LO STATO DEL SOUTH AUSTRALIA INVESTIRÀ 12 MILIARDI DI DOLLARI AUSTRALIANI NELLE INFRASTRUTTURE