Tallinn Helsinki: il tunnel più lungo del mondo nel Mare del Nord

Il progetto per costruire una linea ferroviaria ad alta velocità che collegherà Tallinn e Helsinki

tunnel tallinn helsinki

Potrebbe essere il tunnel sottomarino più lungo del mondo: 100 chilometri messi al servizio di una linea ferroviaria ad alta velocità che correrà attraverso il Golfo di Finlandia. Un progetto faraonico, da molti considerato fin troppo ambizioso, che però ha già trovato un possibile finanziatore: il governo cinese.
Il sostegno finanziario, nell’ordine di 15 miliardi di euro, rientra infatti all’interno dei fondi destinati per la realizzazione delle infrastrutture di “One Belt, One Road”, il maxi piano di collegamento tra l’Asia e L’Europa ideato per dar vita a una nuova Via della Seta.
E di questo piano il tunnel tra Tallinn in Estonia ed Helsinki in Finlandia promette di essere una delle opere più grandiose, complesse ma anche discusse perché riscrive la mobilità strategica nel Nord del continente europeo. Il porto di Helsinki infatti non è solo il primo al mondo per traffico passeggeri (ha superato Dover nel 2017), ma la Finlandia è anche il paese europeo geograficamente più vicino a Cina, India e Giappone.

Il tunnel più lungo del mondo

Cento chilometri per un costo che si aggirerà tra i 13 e i 20 miliardi di euro, praticamente poco meno del Pil annuale dell’Estonia. Sono solo alcuni numeri del tunnel più lungo del mondo, che vuole togliere il primato al tunnel sottomarino della Manica (54 chilometri), che oggi collega Londra con Calais. L’opera sarà realizzata dall’impresa costruttrice Finest Bay Area, fondata dall’imprenditore finlandese Peter Vesterbacaka, che ha siglato un memorandum di intesa con il fondo Touchstone Capital Partners di proprietà del governo cinese. Il tunnel correrà sotto il mare con una fermata intermedia in un’isola artificiale dove sarà avviato un progetto di real estate con grattacieli, edifici, spazi verdi per i cittadini.
Secondo il sito ufficiale della Finest Bay Area i due tunnel avranno un diametro di 17 metri e saranno completati in un tempo record che non dovrebbe superare i 24 mesi, mentre per il completamento di tutta l’opera i tempi non sono ancora definiti. La task force che ha elaborato l’analisi di fattibilità del progetto ha indicato una previsione di 15 anni, anche se l’impresa incaricata di realizzarla ha dichiarato pubblicamente che con gli investimenti ottenuti i tempi potranno ridursi moltissimo, arrivando ad una possibile conclusione dei lavori già nel 2024. Un obiettivo veramente difficile da raggiungere per un’opera che ha avuto una lunghissima fase di gestazione progettuale, iniziata addirittura negli anni ’90.

 
Finest Bay Area Helsinki
 

Un’opera ideata negli anni ‘90

L’idea di realizzare un tunnel che collegasse due capitali del Nord nasce addirittura negli anni ’90, diventando concreta per la prima volta nel 2001 quando i ministeri dei Trasporti di Estonia, Lettonia e Lituania hanno siglato un accordo per pianificarne la realizzazione. Nel 2003 è stata invece la Commissione europea che ha sottoposto l’idea al Consiglio europeo. Da quel momento sono passati anni senza alcuno sviluppo fino al 2018 quando è stata proprio l’Unione europea a finanziare con un milione di euro la realizzazione di studi preliminari sulla costruzione del tunnel.
L’ultimo capitolo che ha dato invece ufficialità al progetto è stato scritto a febbraio del 2019, quando la ministra dei Trasporti finlandese, Anne Berner, ha annunciato pubblicamente la volontà di costituire un’impresa pubblica incaricata di realizzare i tracciati ferroviari per i collegamenti con il futuro tunnel.

L’impatto sugli scambi nel Nord Europa

Non solo Estonia e Finlandia, ma tutto il Nord Europa sarà interessato dalla realizzazione del nuovo tunnel. I dati ufficiali del governo finlandese indicano che nel 2017 circa 9 milioni di persone hanno fatto la spola tra i due paesi utilizzando i traghetti, un numero che potrebbe salire fino a 23 milioni entro il 2050 se il tunnel fosse realizzato.
Anche nel trasporto delle merci la nuova linea ferroviaria avrebbe un impatto significativo. I numeri annunciati dalla società incaricata di costruire il tunnel indicano un possibile passaggio dagli attuali 3,7 milioni di tonnellate di merci fino a 8 milioni di tonnellate, sempre divise tra gli spostamenti in tunnel e quelli sulle navi. In termini di impatto economico, il sito ufficiale della Finest Bay Area prevede che tra il 2021 e il 2050 il ritorno economico dell’opera sarà pari a 225 miliardi di euro per la Finlandia e 47 miliardi per l’Estonia.
Ma oltre alla quantità di merce trasportata e al ritorno economico, un impatto altrettanto significativo è anche quello sui tempi. Rispetto alle due ore di traghetto necessarie oggi per attraversare il Golfo, l’alta velocità ferroviaria permetterà di coprire la stessa distanza in soli 20 minuti. Una vera e propria rivoluzione per i trasporti nelle capitali del Nord. 

IL PROGETTO DEL TUNNEL SOTTOMARINO TRA TALLINN E HELSINKI NASCE NEGLI ANNI ‘90

IL PRINCIPALE FINANZIATORE DELL’OPERA SARÀ IL FONDO GOVERNATIVO CINESE TOUCHSTONE CAPITAL PARTNERS

PER REALIZZARE L’OPERA SARANNO NECESSARI TRA I 13 E I 20 MILIARDI DI EURO

LA LINEA AD ALTA VELOCITÀ FERROVIARIA COLLEGHEREBBE LE DUE CITTÀ IN SOLI 20 MINUTI

L’OPERA AVRÀ UN IMPATTO ECONOMICO TRA IL 2021 E IL 2050 PARI A 225 MILIARDI DI EURO